IT  EN  DE

Da visitare a Lazise e dintorni

Conoscere Lazise

Una delle molle che spinse lo sviluppo turistico di Lazise alla fine degli anni cinquanta fu il clima, lo stesso clima temperato che la rende così ospitale per i turisti di oggi e ne ha fatto una delle mete di villeggiatura principali della riviera veronese del Lago di Garda.

La dolcezza delle temperature favorisce anche la crescita dei alberi da frutto e di quei vigneti che disegnano motivi geometrici sulle colline dell’entroterra e danno origine a vini di pregio.
La produzione agroalimentare della zona è la protagonista di gustosi itinerari di degustazione e nei rinomati ristoranti di Lazise si possono assaporare sia le specialità tipiche della gastronomia tradizionale che la cucina internazionale.

Anche la cultura e lo svago lasciano le loro impronte nella cittadina lacustre: durante la bella stagione in particolare il castello, il parco comunale e i giardini delle numerose ville che punteggiano il territorio ospitano concerti di musica classica e leggera, mostre, spettacoli di cabaret o sfilate di moda.

La passeggiata lungolago è perfetta per un po’ jogging o per i classici quattro passi e la pista ciclabile che la costeggia collega Lazise ai vicini paesi di Peschiera del Garda , Bardolino e Garda.
L’offerta per gli sportivi continua con le limpide acque del lago e i 9 chilometri di rive che la rendono ideale per la balneazione e gli sport d’acqua.

Lazise è ricca di storia e di monumenti, alcuni dei quali caratterizzano ancora oggi il suo aspetto medievale, e le gite con le barche a motore, che si possono noleggiare e condurre anche senza patente nautica, permettono di scoprirne pittoreschi angoli da una prospettiva insolita.
Le origini preistoriche della città sono dimostrate dai resti di villaggi palafitticoli e alcuni ritrovamenti nei comuni limitrofi lasciano supporre che una comunità fosse insediata sul territorio anche nel periodo romano, ma sono del periodo alto medievale i documenti che confermano la nascita del comune di Lazise.
Risale a questo periodo la realizzazione della prima cerchia di mura della quale oggi resta solo la Torre campanaria, inglobata nel cimitero e diventata una cappella funeraria privata.
Fu nel 1077 sotto l’egida di Enrico IV del Sacro Romano Impero che Lazise divenne un borgo fortificato da un sistema difensivo, comprendente il castello, che venne mantenuto e integrato prima dagli Scaligeri e in seguito dai Visconti.
Nel 1405 finì sotto il controllo della Serenissima e divenne caposaldo dei traffici commerciali che due secoli più tardi determinarono lo sviluppo economico e sociale della città.

L’edificio più rappresentativo di questo periodo è la Dogana Veneta. L’antica costruzione, riportata ad un ottimo stato di conservazione da accurati lavori di recupero, è affacciata direttamente sul lago e, con la piazza centrale e il porticciolo, caratterizza il panorama del centro storico.

Virtual Tour


Vista spettacolare con Virtual Tour

Richiede connessione veloce

Contatti

Hotel Castello Sant'Antonio
via S. Antonio 6
37017 Lazise (VR)
Tel 045 7580387 - Fax 045 7580387
info@castellosanantonio.com
Privacy Policy

Principali Servizi

  • Piscina con solarium
  • Parcheggio privato gratuito
  • Ampio giardino
  • Internet Wi-Fi
  • Animali benvenuti
  • Aria condizionata